Bella, combattuta fra Jake e Edward.

Nelle lunghe serate autunnali di vento e di buio è arrivata la Barbarina e mi ha portato il Dvd di Twilight, fenomeno che al solito ho snobbato giacchè di massa mi piacciono solo i calcoli chimici. Dopo dieci minuti di resistenza, volevo rivedere Hollywood Party, Barbarina infila il dvd all’interno del lettore e inizia questa cosa, fra due bambini (di cui uno maledettamente sexy) che si piacciono, ma non possono stare assieme e una volta quasi muore uno e una volta quasi muore un’altra. Una versione buia e liquida di Romeo e Giulietta, in pratica, recitato nemmeno tanto bene, fatto sta che la bellezza di questo ragazzo Pattinson. Ieri sera sono andata al cinema a fare overdose del secondo episodio, dove arriva anche Jake, indiano lupo dai denti bianchissimi e muscoli inventati, avevano tutti e tutte la metà dei miei anni. La morale di questo racconto è che Bella, indecisa fra Jake e Edward, sta meglio di Graziella, indecisa fra Tito e il figlio del Cacini.