Juanita de Paola

Juanita de Paola sono io

Per giocare bisogna respirare, mica parlare.

Ha un bello stipendio, dico, se penso che tempi sono, e lo mette tutto da parte per tenersi in forma: cura delle gambe, cura dei piedi, delle mani, dei capelli, botulino, fillers, piccoli interventi, abbronzatura tutto l’anno – quella dolce, non quella da lampade scadenti – vestiti che le calzino il corpo proporzionato ma abbondante, denti bianchi.

More

Invidia.

Invidio molto, in maniera benevola. Faccio in modo di fare capire a quelli che mi provocano questo sentimento rognoso e necessario le ragioni, tiro fuori con loro i motivi sotto forma di complimento – e spero che tutto vada bene, che non ci sia offesa. Non faccio in tempo a raggiungere un piccolo obiettivo che […]

More

Finchè dura, fa verdura.

Della vita glamour, dei cantantoni, delle modelle in cima, degli artisti stabilmente ricchi e famosi, noto gli assistenti, le persone nel backstage. Il mio amico F, per esempio, la mattina si sveglia, fa le abluzioni, porta i bimbi a scuola e passa tutta la giornata a casa. Alle undici, dopo avere aiutato la moglie con […]

More

Tuscan-chic.

Lo stylist dice che il migliore amico delle ragazze quest’estate è il ferretto per fare i boccoli – l’anno scorso era la piastra, per il liscio totale. “Too thick”, dice. Si è comprato un cascinale vicino ad Arezzo pensando di essere nella provincia di Siena e ha chiamato un’arredatrice per sistemarlo perbenino. Le stanze sono […]

More