La grande crisi – e meno male.

La bolla purulenta dei subprimes è esplosa, e stiamo tutti qui a indignarci, che schifo, guarda le banche che cosa ci hanno combinato. Il fatto è questo: ogni volta che si delega un atto ad un gruppo di persone maggiore di due, noi siamo in realtà corresponabili di quello che questi guitti combinano, e ora Filodemo ti spiego perchè: c’è un motivo semplice per cui noi si mettono i soldi in banca, e questo è la paura che qualcuno ce li venga a pigliare la notte – e ci picchi pure. Questo succede perchè il nostro inconscio sa perfettamente che i dieci euro che noi guadagniamo in più sono in genere gli stessi dieci euro che abbiamo fatto fuori a qualcunaltro, e il pensiero che questo qualcunaltro si svegli e se ne accorga genera in noi la legittima paura che qualche conseguenza arrivi. Da cui la dimissione di responsabilità, il conto corrente, l’amministratore delegato, il consiglio di amministrazione, la delega firmata, quello che ne fa le veci e così via. Voglio dire, siamo animali, quello che non troviamo per sfamare i nostri cuccioli lo andiamo a cercare nei nidi altrui. Certo, ci sono i deviati come i cuculi che vanno comunque a rubare le uova perchè la natura li ha dotati di un’immensa ferocia, ma insomma questi sono singoli. Io parlo degli altri, parlo delle persone normali che hanno avuto sfiga, che sono state fregate, che gli è andata male: se tu avere più di me, io rubare da te. Allora non facciamo finta, eravamo tutti lì quando ci proponevano un prestito di ventimila euro al fronte di un reddito annuale di trecento. Bastava aprire gli occhi, bastava farsi le domande giuste. Solo che farsi le domande, diciamocelo, è un’immensa rottura. Ora tocca alle persone serie rimettere tutto in piedi. Al solito.