La paura come rimedio.

Un rimedio alle emozioni costruttive e anche a quelle distruttive nella vita c’e’, ed e’ la paura. Una vita vissuta appieno sarebbe insopportabile, voglio dire, non abbiamo piu’ la stoffa. Anche una vita vissuta al 30% sarebbe troppo, perche’ in una giornata si puo’ piangere disperati non piu’ di due ore, voglio dire, e dopo dieci anni qualunque gioia ha lasciato posto a qualunque altra cosa. Ma la paura, quella delle pubblicita’ sulle dentiere che ti cascano di bocca, quella sull’artrite che non ti fa usare le dita per chiuderti la cerniera, quella sul cancro che colpisce proprio il tuo gruppo etnico o quelli che mangiano quello che mangi te, quella paura li’ e’ vitale per difendersi dalla vita. L’hanno capito bene quelli che emozionizzano le pubblicita’, e in generale gli americani. Ecco perche’ domani mi compro un libro nuovo.

1 Comment

Comments are closed.