La potenza di parole che non ho letto.

Sto provando a non leggere del Papa, dal Papa, per il Papa. Se fosse vero quello che dicono ci sarebbe un qualcuno speciale (nel senso di non comune), che sta a capo di un’organizzazione nel nome di Dio, che dice che c’e’ qualcuno che e’ meno figlio di Dio. Allora non capisco. Se invece non e’ vero, e’ molto rumore per nulla e mi sono sentita offendere mortalmente da persone che nemmeno conosco bene perche’ io credo. Certo, fra credere e fare il chierichietto c’e’ differenza, come fra abbracciare un credo e una religione; difatti io sono l’ultima dei cattolici, la piu’ schifosa, la piu’ indecisa, la meno sicura che a suon di dogmi si possano portare adepti in qualunque posto, figuriamoci in una chiesa.