A che ora arriva Natale?

juanitadepaola

Non c’è traccia del tempo che è passato, caro Filodemo, nella mia faccia. Si è fermato il giorno che sei partito per Manila e a questo punto non farà danni fino al tuo ritorno – che ho sognato stanotte. Quando ti rivedrò mi cascheranno assieme faccia e collo, diventerò un chou-chou, perchè la natura toglie e la natura dà: tutta quella felicità deve pure avere un contraltare. 

Non sono una da storie liscie, come ti ricorderai, e difatti proseguo su questo crinale in cui mi sono trovata per caso, come sempre. Le persone possono dire di dovere a sè stesse il bene e il male che gli capita, ma io no: qualunque cosa arriva, si ferma o riparte senza che io abbia alcuna parte nella decisione.

Quindi vedo l’alba e vedo il tramonto, sento il vento e mi annodo lo stomaco in pensieri tortuosi, rido di nulla e mangio il meno possibile: questa è tutta e sola la programmazione che riesco a fare, con grande dispiacere dei miei cari che vorrebbero vedermi più risoluta, più efficace.

Sono grata al Signore per non essere stata investita da un camion vista la mia distrazione e di nascosto, qualche volta, piango di gioia stringendo la mano della mia bambina che è sana e che cresce. Pensavo che avrei cambiato il mondo, invece è il cosmo che muta me ogni mattino. Cambio idea velocemente, quando sto per effettuare un passo arriva un tizio, mi saluta e io mi distraggo.

Ho scoperto di fare parte della maggioranza e questo è un sollievo che tu non puoi nemmeno immaginare. Ho capito che quando mi viene in mente una cosa è perchè è normale, quasi scontato, che lo faccia. E persino che la mia reazione è in linea con quella di tutti gli altri: non i geni, non i matti, non i cattivi, ma tutti quanti quelli come me, come te, come noi.

Insomma dicono che a Manila ci siano donne molto belle e uomini molto brutti. Come te la cavi in quella capanna che ti sei tirato su? E’ già svanito quel sentimento che pensavi ti avrebbe salvato e ha spinto il tappo ancora più forte sul tuo desiderio di respirare? Hai scritto quel libro che mi raccontavi o continui a scrivere pagine senza una logica? Non mi importa per niente, se ti devo dire la verità; ma te lo chiedo perchè so che ci tenevi molto.

Comunque Filodemo mio adorato, l’amore non passa nonostante la natura umana provi a distruggerlo in ogni possibile maniera. E nemmeno svanisce la capacità di riporre fiducia anche nei figuri più sinistri, non appena quella luce che dice di che pasta sei fatto emerga da uno sguardo casuale, non programmato.

Ecco perchè siamo ancora qui io a spedirti lettere ad un indirizzo che non esiste e tu ad essere vivo da qualche parte senza sapere dove di preciso.

Qui tutto bene, se te lo stai chiedendo. Il vecchio zio vive per mangiare e lo fa con un rumore che diventa assordante, boccone dopo boccone. La bramosia con cui si attacca alle cose mi fa venire in mente scenari orripilanti: si vede come uno vive dalla maniera con cui si infila cose in bocca, e qui c’è un sacco di sbrodolio, di grugniti.

La piccola Pinta è abbastanza deliziosa ma, per quanto provi a sgridarla, non vorrà mai abbastanza bene al vecchio zio, che le suona strano e fuori luogo. E’ feroce con lui, gli dice cose orrende inclusi riferimenti alla sua vecchiaia, alla mancanza di denti, al suo odore. E’ molto scossa dal cambiamento delle cose dell’ultimo mese, fa strani incubi in cui vive in cielo o sotto un tavolino, e posso solo sperare che tutto questo diventi un veicolo di flessibilità più che un brutto ricordo quando sarà più grande.

Per quanto riguarda me, il mangiare rimane un dato scottante e la verità è che sono tanto più felice meno roba mi metto in pancia. Ho imparato a fare come gli anziani e la sera non mi concedo mai il lusso di un pasto. Vivo, piuttosto, per un bicchiere di vino buono e il pomeriggio bevo molti tea, con il latte, che qui il limone è proibito.

2 Comments

  • December 23, 2012

    Nonnopapà

    Invidio Filodemo
    Io sono a PT , indirizzo noto
    Ma non ho un tuo recapito telefonico
    Anglais….
    Il mio amore è poco articolato
    È solo assoluto

  • December 23, 2012

    icittadiniprimaditutto

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.