Mi dispiace, non ho (ancora) voglia di morire.

Ho valutato, così come fanno le donne, i pro e i contro della mia situazione. Ho messo sul tavolo le varie possibilità, ne ho studiato le possibili declinazioni e individuato i fattori di rischi, dopo tutto sto al marketing nella mia società, un pò di fiuto per quello che va bene e quello che rotolerà, ce l’ho. Ho considerato l’eventualità di diventare una di quelle stronze acide che, siccome sono state ferite, se la rifaranno sui figli, sui fidanzati, sulle amiche cui tutto va meglio, sui fornitori. Poi ho deciso che non ho ancora voglia di morire, di darla vinta alle brutture: panta rei, e rei anch’io.

L’inglese è venuto a trovarmi oggi, credo che un giorno finiremo per sposarci, ma per ora dobbiamo stare distanti: abbiamo entrambi un immenso potere autodistruttivo quando non soddisfatti, e bisogna rimettere un pò di gas nelle taniche prima di riaccendere il riscaldamento, mettiamola così, prima di ripercorrere qualche miglio assieme. When love came to town, i did what i did before love came to town.

Bibliografia: “When love came to town” Herbie Hancock Feat. Jonny Lang & Joss Stone