Ospedale, come se fosse il treno.

Amo l’ospedale. Come tutti gli ipocondriaci ci porto tutti, anzi li spingo, per la loro visita di controllo. Per un nonnulla. Li sgrido, teneramente, per la loro futile paura: di che cosa hai mai paura, dico, meglio controllarsi spesso, così non ci sono brutte sorprese. Cos’è questa fobia di malattie e mali incurabili? Sei una persona sana, stai serena, stai tranquillo – io dico loro. Ho un punteggio straordinario, porto fortuna, persone da me accompagnate non hanno mai nulla. Nel frattempo sono ventanni che non mi controllo nulla. Attendo una come me, che mi forzi a farmi la visita, in cui scoprire finalmente che mi restano due ore di vita.
— Sent with Mail3 – the new generation of mobile messaging

1 Comment

  1. ig

    Write more, thats all I have to say. Literally, it seems as though you relied on the video to make your point.
    You definitely know what youre talking about, why throw away
    your intelligence on just posting videos to your blog when you could be giving us something informative to read?

Lascia un commento