Quasi non faccio niente

E il settimo giorno Dio creò la domenica assieme ad un dossier di scuse per non avere saputo cosa infilarci. Questo sarà il giorno della messa, anzi no, del riposo, anzi no, della famiglia, anzi no del pic nic. ‘Ma fate un pò quel che vi pare, purchè almeno oggi non veniate a turbarmi con […]

More

Quello che fanno gli altri

Nessuno di noi fa un lavoro normale. Non ci sono orari per l’Inglese, ma favorisce il lasso di tempo fra le due del pomeriggio e le quattro della mattina. Dopo le dieci di sera è proibito rivolgersi la parola e viviamo in silenzio, uno accanto all’altro, come due tartarughe in un rettilario.

More

Tutti fuorché me

Non lo dico a nessuno, ma rimango finchè non vedo la piccola in classe, con la porta chiusa. Mi metto dall’altra parte dell’edificio, appiccicata alla classe parallela che rimane aperta, perchè le sue finestre sono chiuse, protette – sono così piccoli.

More

Mangiate dunque animali insoliti

La ragione per cui quasi nessuna donna diventa chef de cuisine è che per eccellere in cucina occorre cucinare per soddisfare un intimo e intenso colloquio con se stessi. Le donne invece han sempre cucinato per altri e per motivi altri da quel bisogno dirompente che è far cantare la propria ispirazione. (Consuelo Cecconi).

More

Io, il Libanese e Il Tricheco

Siamo io, il Libanese e Il Tricheco. E’ passata una settimana e basta, sembrano mesi, che se ne sono andate le signorine alte due metri, e con loro sono partiti anche i denti finti, i reggiseni imbottiti, le scoregge tonanti nel mezzo dei pasti – una era capitano di nave mercantile, una ingegnere e presentatore […]

More