Un segreto del dopoguerra (by Consuelo)

C’era una volta dietro il banco una donnina deliziosa, di quelle fatte di ferro, Pasquina Malanca. Poi sempre in linea matrilineare si sono avvicendate figlie e nipoti che evidentemente si tramandano il segreto della magica pozione che rende la loro pizza un’esperienza dionisiaca.

Portafogli aperto bocca chiusa

Diventare genitori significa avere voglia di chiudere la porta, uscire, ubriacarsi a morte, mandare a fanculo il commercialista (non le mie, angeli divini), svegliarsi in un letto sconosciuto di una citta’ latino americana mentre invece si esce, si’, per andare a fare la spesa: c’è il pollo al tre per due.

Allevo maschi

La verità è che li tiro su, io, i maschi. Mi dovrebbero dare un premio, un riconoscimento, perchè li allevo magnificamente e li preparo per quelle dopo che se li sposano in due balletti.

Ma che bel rioplano c’hai

I maschi mi percepiscono come una lesbica hard-core, una creatura storta con cui entrare in competizione, e il signore milionario con i denti rifatti e un completino troppo giovanile per la sua età non fa eccezione.

Bacchetta magica

La fatina rosa ha una voce allegra e altissima, come se avesse assunto cocaina ed elio assieme. Spiega a Mezza Pinta molte cose, troppe, sugli elfi.

Per me animali morti, grazie.

Mi hanno lasciato sola (oppure, Ha Ascoltato Le Mie Preghiere) ad attendere lo scaricatore di generi alimentari e penso che ci sia un sacco di organizzazione umana per fare giungere al mio intestino ciò che il mio ano riprodurrà sotto forma di un unico colore.

Sguazzone (Jack 3 Mani)

Potete quindi capirmi se io come aperitivo bevo un Americano invece dello Spritz, preferisco affidarmi ai cocktail codificati, bevuti al momento giusto e nella quantità giusta.

Le cose dei vivi.

Fosse per me direi solo bugie. Direi a tutti che ogni cosa è perfetta, che sto magnificamente, che Stai Benissimo, che Con quel cappotto di coniglio sembri una modella.

This is the time.

Quando è arrabbiata con me mi disegna con le cicatrici, oppure crea delle metafore che trovo interessantissime: tutta la famiglia in vacanza e io sotto l’acqua col sangue, con lo squalo. A

Donna, mansueta stia.

Dovranno comprovare di avere fatto beneficenza gli amici per recarsi alla cerimonia campestre. Non io, no, perchè io e F abbiamo condiviso un pochino troppo per potere essere invitata.