Quella volta che.

Mi e’ tornato in mente quella volta che era da poco che lavoravo e un famoso personaggio obliquo mi chiese di procuragli donne e polvere per la serata. Non portai ne’ le donne ne’ la polvere, ragione per cui fui rimandata a casa il giorno dopo – non trovai ne’ l’une ne’ l’altra. Oppure quando i figli di un cliente di tutto rispetto iniziarono a pigliarmi in giro per come ero grassa – avevo partorito da poco -, sudata e per quello che dicevo: stetti zitta, il padre mi doveva ancora liquidare il resto della settimana. O quando ancora, sentendo due proprietari ragionare in termini da ku-klux-klan dello staff me ne stetti bellina seduta al tavolino, senza dire una parola: si’, ero inorridita, ma non ho detto nulla.