Reati impunibili, ma ghiotti.

Ci sono reati impunibili eppure divertenti come il riempire il bicchiere alle persone troppo abbottonate in un contesto (apparentemente) amichevole: quello che viene fuori da questi grandi uomini e donne e’ esilarante, dolce, innocente persino. Come una dichiarazione d’amore postuma per un amico che si e’ perso, o come la confessione di avere una predilezione per gli abiti aderenti di pelle nera. Addirittura si arriva a confessioni quasi compromettenti, di quanto era meglio quando l’omosessualita’ era cosa da nascondere, “era molto piu’ divertente”. E tu ti pitturi il dottore incravattato, che scappa in un sotteraneo vestito da coniglietta, e te la fai sotto da ridere la volta dopo, quando tutto serio ti dice “per me l’ordine e’ pratica esistenziale”.