Vita da ghost-writer (scrittore fantasma)

Ho una vita parallela, come in una splendida pubblicita’ della Playstation: scrivo sotto forma di altri esseri umani. In varie lingue, mi declino ora come giovane uomo che le ha viste tutte, ora come disperata che non ne ha provata nessuna, ora come reporter di eventi e avvenimenti che fa parte della it-crowd. Scrivo come se non avessi mai fatto altro, segretamente dai nemici ma soprattutto dagli amici, e a loro penso ogni volta: come reagirebbe mia sorella a questa frase? Cosa penserebbe papa’ di questa condotta di vita? Il punto e’ questo: noi siamo tutte queste persone, un pochino, e mi sembra meraviglioso concedere alla maniaca e allo stronzo che vivono dentro di noi un’oretta d’aria al giorno. Molto democratico, anche.

1 Comment

Comments are closed.