Ti vedevo nella tua bellezza.

Ti vedevo nella tua bellezza, donna come uva passa, donna che è stata bellissima e ora è sempre bellissima ma solo per le donne. Elegante, di certo. Ho cominciato come esercizio a cercare bellezza fra le piaghe del mento che cade verso il manubrio, quelle del collo e le rughe sopra le mani, la buzza che duplica le dimensioni dello stomaco. Ma voi, uomini ciechi, che guardate le donne giovani, ma non vedete quanta bellezza si nasconde dietro la vergogna timida di una donna che sa di essere invecchiata? Giuro, se fossi un uomo, non passerebbe giorno senza un fiore per te. Che sei me fra ventanni.